Primi 100 Giorni

Il Programma per i Primi 100 Giorni

– Durante i primi 30 giorni agiremo sulle  zone a più alta densità di “pericolosità” per capire la potenziale presenza all’interno di appartamenti di persone senza documenti e senza reddito documentabile e che quindi non hanno i requisiti per stazionare in Italia. In questi 30 giorni i proprietari di appartamenti e case con queste caratteristiche dovranno liberare i locali oppure mettere in regola gli inquilini. Come quando vai in un albergo devi lasciare i documenti alla reception  per controllo, così i proprietari dovranno accertarsi chi hanno in casa e se costoro hanno CF, Documenti di identità e una busta paga oppure un contratto regolare di lavoro che permetta un introito documentabile. Terminati i 30 giorni agenti di polizia locale (possibilmente in sinergia con altre forze dell’ordine)  inizieranno accertamenti nei diversi appartamenti  per verificare  la presenza di persone che non avrebbero titolo di abitarvi e la conformità dei contratti di affitto e locazione. Tutti le irregolarità verranno denunciate e perseguite a termini di legge.

– Identificazione ed allontanamento di questuanti, irregolari ed abusivi che stazionano nei parcheggi. Identificazione ed allontanamento di prostitute dalle strade di Ferrara.

– Tavolo di lavoro operativo con le due direzioni generali di Azospfe e Auslfe sul destino della Sanità a Ferrara   e sull’interazione di Cona con gli ospedali della provincia, in concerto con i sindaci di Cento, Argenta e Lagosanto. Il Sindaco è il primo garante della sanità in un comune. Siamo convinti che debba anche interessarsi delle decisioni che si riflettono su una buona sanità a Ferrara. Cercheremo di capire come mai dopo due anni di lavoro la cosiddetta fusione tra Cona ed il territorio ancora langue equesto va a detrimento della soluzione dei problemi di salute dei cittadini ferrarresi.

– Censimento e controllo delle zone più sporche e più disordinate di Ferrara e controlli per verificare efficienza delle Ditte appaltatrici del sistema pulizia a Ferrara.

– Tavolo di lavoro “operativo” con Università per capire la potenzialità di istituire una facoltà di veterinaria. Programma per gestire le richieste amministrative e permessi nel modo più veloce possibile.

– Tavolo di confronto “operativo” con associazioni che si interessano di vero volontariato per disabili ed anziani.  Programmazione ed  istituzione di corsi per anziani e disabili sull’uso del computer per interagire nel modo più efficace possibile con la macchina amministrativa e il mondo WEB.

– Tavolo di confronto operativo con PMI, Confartigianato e ASCOM per identificare e promuovere delle zone TAX FREE nel territorio comunale per chi ha intenzione di aprire aziende o startup a Ferrara.

 

 
I tavoli di confronto o lavoro  operativo sottintendono gruppi di lavoro multidisciplinari che si impegnano a prendere decisioni operative entro i primi 100 giorni di amministrazione.